Fondazione
Piero Manzoni, Milano
Archivio dell'opera di Piero Manzoni

 

Merda d’artista, 1961
Scatoletta di latta, carta stampata
4,5 × ø 6 cm

La Fondazione Piero Manzoni

L'Archivio Opera Piero Manzoni è stato costituito nel 1992 dalla famiglia dell'artista per curare l'archiviazione delle opere di Piero Manzoni.
In ragione dell'ampiezza della propria attività e del riscontro internazionale del proprio operato, dal 2009 l'Archivio ha modificato il proprio statuto giuridico in Fondazione, proseguendo nella ricerca, conservazione, tutela e promozione dell'opera dell'artista.

L'archivio delle opere

La Fondazione si occupa di garantire il mercato, archiviando le opere che una commissione di esperti ritiene autentiche, tutelando operatori e collezionisti dai numerosi falsi in circolazione.

L'archiviazione e il controllo dell'autenticità delle opere richiedono uno strumento versatile di catalogazione: la soluzione software sviluppata ad hoc per l'archivio Piero Manzoni viene aggiornata costantemente sviluppando tutti quegli aspetti necessari che lo studio dell'opera richiede.

Relazioni e collaborazioni

Oltre all'attento controllo sull'autenticità, la Fondazione collabora con musei e studiosi che organizzino mostre e pubblicazioni con opere dell'artista, fornendo i materiali e la supervisione necessari. 
Inoltre raccoglie documentazione su Piero Manzoni e il suo tempo e collabora e promuove ricerche storico-critiche legate all'artista.

Documenti

Screenshot della sezione relativa all'archiviazione dei documenti.
Ogni documento viene correlato a esposizioni, opere e autori.
il documento digitalizzato è disponibile sia come immagine che come file PDF

Opere

Tutte le opere inventariate sono visualizzabili in formato lista e in formato scheda.
Ogni opera è correlata con il proprio corredo documentale, espositivo, bibliografico e di immagini.

Il Catalogo Generale delle opere di Piero Manzoni, pubblicato da Skira in collaborazione con l'Archivio Opera Piero Manzoni onlus.
Il volume, affidato dagli eredi dell'artista a Germano Celant, ha documentato l'intero excursus creativo di Piero Manzoni, catalogando tutte le opere esistenti attraverso una verifica diretta e una analisi scientifica.
Delle 1 229 opere pubblicate, oltre 400 sono riprodotte a colori.

Bibliografia

Il database Bibliografia consente la catalogazione delle notizie bibliografiche attinenti ai diversi soggetti di ricerca: le opere, le esposizioni, i documenti. Gli apparati bibliografici sono corredati di immagini e riferimenti agli autori.

Piero Manzoni firma le sculture viventi.


Fondazione
Arnaldo Pomodoro, Milano

 

Rotante primo sezionale n. 1, 1966
bronzo
ø 80 cm

Fondazione
Rolla.info, Bruzella (Breggia)
Associazione culturale
Viafarini, Milano
Spazio indipendente per l’arte contemporanea
Associazione culturale
Mimmo Rotella, Milano
Mimmo Rotella Institute
Fondazione
De Pietri - Artphilein Foundation, Vaduz, Lugano
Fondazione
Ursula & Gunter Böhmer, Collina d'Oro (Lugano)
Archivio dell'opera di Gunter Böhmer
Fondazione
Enrico Castellani, Milano
Archivio dell'opera di Enrico Castellani
Archivio dell'opera di
Marion Baruch, Gallarate (Varese)
Archivio dell'opera di
Livio Bernasconi, Carona (Lugano)
Fondazione
Erich Lindenberg Art Foundation, Porza (Lugano)
Archivio dell'opera di Erich Lindenberg
Collezione
Banca Monte dei Paschi, Siena
Archivio
K10 - Archivs, Lugano
Martin Kunz, Kunzarchive
Fondazione
Aldo Rossi, Milano
Archivio dell'opera di Aldo Rossi
Archivio dell'opera di
Arnaldo Pomodoro, Milano
Archiviazione dell'opera di
Aldo Mondino, Milano
Archiviazione dell'opera di
Aligi Sassu, Monza
Archivio dell'opera di
Bruno Di Bello, Milano
Fondazione
Marconi, Milano
Archivio dell'attività espositiva dello Studio Marconi
Archivio dell'opera di
Luciano Bartolini, Milano
Archivio dell'opera di
Giuseppe Uncini, Perugia
Fondazione
Baruchello, Roma

Archivio dell'opera di Gianfranco Baruchello